Home EuropaSlovenia A Bocca aperta tra le meraviglie delle Grotte di Postumia, Slovenia

A Bocca aperta tra le meraviglie delle Grotte di Postumia, Slovenia

di Valentina
grotte Postumia

Ho vaghi ricordi della mia infanzia della Grotta Gigante a Trieste, che ho visitato in gita scolastica. Tuttavia al confronto, le grotte di Postumia sono semplicemente spettacolari.

Partiamo la mattina, e in 20 minuti di autostrada raggiungiamo il sito delle grotte. In base al periodo dell’anno, ci sono dalle 3 (nei mesi invernali) alle 10 (nei mesi estivi) visite guidate al giorno. Scegliamo di entrare alle 12.00 e, compriamo il biglietto cumulativo Grotte di Postumia + Castello di Predjama, che decidiamo di visitare nel pomeriggio.

All’orario indicato, entriamo. La parte più esterna ospitò i primi visitatori già nel XIII secolo, ma la parte più grande e interna delle grotte fu scoperta solo 1818 da un abitante del luogo, un certo Luka Čeč. Nell’anno successivo, con la visita dell’erede al trono austrungarico Ferdinando I, le Grotte di Postumia aprirono al turismo.

La temperatura all’interno è costante durante tutto l’anno: 10 gradi. Dopo una breve corsa sul trenino (occhio alla testa!), la magnificenza di quei sotterranei naturali si apre davanti ai nostri occhi.

Durante la camminata alla scoperta delle varie sale della Grotta, colgo la bellezza dell’irregolarità e dell’imperfezione, lì dove una colonna non è mai uguale all’altra. Alcune sono sottili e puntute, dalle forme aguzze, particolari di un santuario gotico che ispirano sacralità e silenzio.

grotta Postumia

Altre sono invece tondeggianti, colate, simili a funghi, come buffi rifugi di piccoli gnomi.

grotte Postumia funghi

Rosso, arancio, verde, nero. Innumerevoli sfumature di colore. E poi il bianco perlaceo del Brillante, alto 5 metri, diventato il simbolo delle Grotte di Postumia.

diamante Postumia

La nostra guida ci mostra colonne che hanno parvenze di oggetti e animali reali: la testa di un leone, una tartaruga, la torre di Pisa, la coppia innamorata.

E poi un senso di fragilità e malinconia mi invade quando ci indica un particolare della grotta: una stalattite e una stalagmite, solide ed eterne, che si sporgono e si ergono una nella direzione dell’altra. Da secoli crescono, goccia dopo goccia, senza però riuscire a toccarsi.

stalattite stalagmite

Ma la nostra guida sorride, e ci dà una speranza.

“Forse tra qualche migliaia di anni, o chissà, magari centinaia di migliaia, anche loro riusciranno a toccarsi ed unirsi, per fondersi in un’unica solida ed eterna colonna di questa grotta delle meraviglie.”

 

You may also like

1 commento

Il Castello di Predjama, Slovenia • One Suitcase For Two Dicembre 21, 2015 - 10:35 pm

[…] alle rocce, a 9 km circa dalle Grotte di Postumia, il castello di Predjama fu una fortezza quasi espugnabile: il suo più famoso abitante, Erasmo di […]

Reply

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.